News

Ristorazione, "qualcosa si muove per le imprese del settore"

Lo conferma il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni: "Fipe-Confcommercio ha chiesto al ministro allo sviluppo economico Giorgetti che vengano approvate rapidamente misure serie e tangibili, attraverso il decreto ristori, per avere indennizzi a fondo perduto calcolati sul reale calo dei fatturati. Ha chiesto anche un piano di effettiva ripartenza per una riapertura graduale ma stabile delle attività, in modo che si possa stare aperti a pranzo e cena quando siamo in fascia gialla e almeno a pranzo quando siamo in fascia arancione. Attendiamo fiduciosi. Attenzione anche perché, nel frattempo, stanno arrivando i primi bonifici del bonus filiera".

Leggi tutto

Il terziario si mobilita: il 1° marzo tutti in piazza nelle città toscane

Presentata a Firenze, nel corso della conferenza stampa ospitata nella sede della Camera di Commercio, la manifestazione “Salviamo le imprese. Salute e lavoro possono convivere” organizzata a livello regionale dalle associazioni di categoria del terziario Confcommercio e Confesercenti. Nelle principali città toscane, lunedì prossimo i titolari di imprese del commercio, turismo e servizi, dipendenti, collaboratori, fornitori, liberi professionisti e semplici cittadini formeranno in strada una simbolica “catena umana” per affermare il principio che salute e lavoro devono convivere, chiedendo una alternativa alle chiusure imposte dalle normative antiCovid e che, finora, si sono dimostrate purtroppo inutili per fermare i contagi.

Leggi tutto

2020: numeri in rosso per il terziario toscano

Diffusi i risultati dell’ultimo Osservatorio congiunturale condotto da Format Research per Confcommercio Toscana: sparite 1.400 imprese solo nel commercio, 7.500 in forse. E un dipendente su cinque rischia di perdere il posto di lavoro dopo lo stop al blocco dei licenziamenti. Svaniti nel 2020 oltre il 60% dei ricavi per turismo e ristorazione, il 50% per il dettaglio non alimentare. Crolla la voglia di fare impresa: natalità al -20%. Duro il giudizio degli imprenditori toscani sulla gestione della crisi da parte del passato Governo. Fredda l’accoglienza del “cashback”: l’87% degli esercenti lo ritiene svantaggioso. I commenti della presidente regionale di Confcommercio Lapini, del direttore Marinoni e del presidente di Forma Research Ascani.

Leggi tutto