Confcommercio Toscana

Cursano e Marinoni

TRADIZIONE E INNOVAZIONE NELLA RISTORAZIONE REGIONALE

L'indagine di Confcommercio Toscana e Centro Studi Turistici di Firenze fa il punto sull'innovazione in atto nei ristoranti aderenti a Vetrina Toscana mettendo in luce la qualità e le proposte ai clienti (tipologia del menù, cambiamento dell'offerta, …) e le modalità utilizzate per presidiare web e social media. In particolare, è stata studiata la loro presenza su Facebook e Tripadvisor. I dati sono stati presentati a Firenze nella conferenza stampa con l'assessore alle attività produttive della Regione Toscana Stefano Ciuoffo, il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, il presidente di FIPE Confcommercio Toscana Aldo Cursano e il direttore del Centro Studi Turistici Alessandro Tortelli.

Conferenza Stampa il 16 marzo 2017. Indagine 2016 Vetrina Toscana

Fipe Confcommercio Toscana, Mentore Toscana e Centro Studi Turistici di Firenze presentano L'indagine "Tradizione ed Innovazione" realizzata sul campione dei ristoratori aderenti alla Rete Vetrina Toscana, realizzata con il sostegno di EBTT. La conferenza stampa alla presenza dell'Assessore alle Attività produttive della Regione Toscana, Stefano Ciuoffo sarà  Giovedì 16 marzo dalle ore 12:00 alle ore 13:00, a Palazzo Strozzi Sacrati, Piazza del Duomo, 10, 50122 Firenze.

Emozioni/Marketing. Terziario Donna Confcommercio Toscana invita alla lezione-spettacolo con Terenzio Traisci

Emozioni/Marketing. Terziario Donna Confcommercio Toscana invita alla lezione-spettacolo con Terenzio Traisci per vivere meglio e vendere di più
Il 16 febbraio a Firenze Terziario Donna Confcommercio organizza una lezione/evento che si prefigge di insegnare "l'economia del ben-essere" attraverso la comicità e la simpatia. Si tratta di: "Emozioni/Marketing. Terziario Donna incontra Terenzio Traisci". Il commercio, il turismo e i servizi portano gli imprenditori a contatto con il pubblico, un pubblico che è sempre più variegato e difficile da comprendere. Le emozioni positive influenzano il rapporto tra le persone, mettono a proprio agio, creano disponibilità e benessere. Fiducia ed empatia sono alla base del commercio e per essere bravi professionisti e venditori è necessario diffondere nel team e nella clientela uno stato d'animo positivo e disponibile. Terenzio Traisci, psicologo del lavoro, formAttore esperto in edutainment (la formazione che passa attraverso l'intrattenimento), insegnante di yoga della risata, oltre a fare ridere offrirà consigli pratici e competenti da applicare fin da subito nel lavoro e nell'attività commerciale.
Giovedì 2 febbraio 2017, ore 21Centro Congressi al Duomo - Firenze Via de' Cerretani 54/r Registrazioni su http://bit.ly/2jqS2CE

Ambulanti Confcommercio: "No al blocco dei bandi. Il commercio ambulante ha bisogno di stabilità e certezze"

"In troppi stanno giocando sulla pelle degli ambulanti". Lo dice il presidente di Fiva-Confcommercio Toscana Attilio Camposano, secondo cui "il parere dell'antitrust rimette in discussione dopo ben 4 anni quanto era nato dall'intesa Stato-Regioni. Un'intesa che ci pareva mettere d'accordo in maniera equilibrata i diktat della direttiva Bolkestein con le legittime esigenze dei commercianti su area pubblica di contare su un minimo di stabilità temporale nell'esercizio delle loro imprese. Oltretutto, l'intesa era passata al vaglio della corte costituzionale che l'aveva approvata". "Adesso", prosegue Camposano, "qualcuno vorrebbe tornare al punto di partenza, rischiando di portare nel caos tutta la categoria, che in questo momento avrebbe invece bisogno di stabilità e certezze. È un gioco a cui non vogliamo giocare". "Molti Comuni, anche in Toscana, hanno già pubblicato i bandi pubblici per il rinnovo delle concessioni. In molti casi è iniziata pure la presentazione delle domande e i nostri operatori si sono dati da fare per arrivare a questo appuntamento in regola con le disposizioni di legge. Adesso cosa dovrebbero fare? La proroga paventata da alcuni Comuni rischia davvero di gettare tutto il settore nel disordine più completo. Vogliamo avere al più presto rassicurazioni che non sarà fatto nulla di tutto questo. Quando arriverà, per noi ambulanti, il momento finalmente di pensare soltanto a far bene il nostro lavoro nei mercati?".